Cambiamento climatico e contesto ambientale

Tonno

Princes si impegna a garantire la sostenibilità a lungo termine del tonno utilizzato in tutti i nostri prodotti.

Il nostro obiettivo è quello di procurarci tutti i nostri tonni da attività di pesca certificate dal Marine Stewardship Council (MSC) o inserite in un progetto di miglioramento a tempo determinato (Fishery Improvement Project, FIP) con l’obiettivo di ottenere la certificazione MSC entro la fine del 2019.

Tracciabilità

Tutto il tonno è completamente rintracciabile su richiesta, attraverso il codice presente sulla lattina; vale a dire che ciascun codice rimanda a specifici certificati di cattura che dimostrano il luogo e le date del tragitto di pesca, nonché la prevenzione della pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata (IUU).

Il tonno Princes viene pescato rigorosamente proibendo il trasbordo in mare, uno dei mezzi più efficaci per evitare la pesca IUU e le problematiche connesse alle norme di lavoro, compresa la moderna schiavitù. Inoltre, Princes non si rifornisce di tonno da pescherecci con palangari.

Il nostro pesce FIP dell’Oceano Indiano proviene da un elenco prestabilito di 42 pescherecci con reti a circuizione e di proprietà europea. Tali pescherecci sono a basso rischio intrinseco dal punto di vista degli standard di lavoro.

Garantire catene di approvvigionamento etico

L’integrità della nostra catena di approvvigionamento è di fondamentale importanza e contribuisce a mantenere il nostro costante approccio collaborativo per garantire la sostenibilità a lungo termine della pesca del tonno.

Oltre un decennio fa, il Princes Tuna Mauritius (PTM) Riche Terre è stato il primo fornitore globale di tonno in scatola a ottenere la certificazione SA8000 per la responsabilità sociale d’impresa.

La certificazione SA8000 fornisce uno standard internazionale misurabile in termini di condizioni e pratiche di lavoro.

Essa fa parte del nostro costante impegno per garantire la formazione dei nostri dipendenti e soddisfare i più alti standard sulle condizioni dei luoghi di lavoro

Non permettiamo l’uso di navi da trasbordo in mare o di pescherecci con palangari nella nostra catena di approvvigionamento a causa dei rischi intrinseci che rappresentano.

MSC

L’MSC è un programma di certificazione riconosciuto a livello mondiale per la pesca sostenibile ed è nella nostra politica rifornirci, ove possibile, di prodotti ittici certificati MSC.

L’MSC esige che un’attività di pesca, per soddisfare i suoi standard, debba soddisfare tre principi:

  • Mantenersi ad un livello tale da garantire la continuità a tempo indeterminato
  • Gestire le operazioni in modo da mantenere la struttura, la produttività, la funzione e la diversità dell’ecosistema
  • Garantire il rispetto delle leggi in materia e un sistema di gestione che sia in grado di rispondere alle mutevoli situazioni.

ISSF e gestione della pesca

In qualità di uno dei partner fondatori dell’International Seafood Sustainability Foundation (ISSF), Princes svolge un ruolo attivo di leadership nelle attività e nei progetti di rilievo dell’organizzazione. Anche il WWF, una delle più grandi e rispettate organizzazioni ambientaliste indipendenti a livello mondiale, è uno dei partner fondatori dell’ISSF. L’attuale piano strategico dell’ISSF (2018-22) prevede quattro aree d’intervento principali:

  1. Scientifica: Far progredire la sostenibilità degli stock di tonno e dei loro ecosistemi attraverso il miglioramento continuo – dimostrato in modo concreto – nell’ambito della pesca del tonno a livello mondiale.
  2. Esercizio della propria influenza: Esercitare un’influenza tra le parti interessate per promuovere e accelerare le azioni necessarie per raggiungere la sostenibilità degli stock di tonno e dei loro ecosistemi.
  3. Verifica: Mantenere e rafforzare la fiducia attraverso la trasparenza e la conformità.
  4. Sostegno ai FIP: Agire come catalizzatore in tutte le aree di intervento, cercando di accelerare il raggiungimento degli standard di certificazione MSC, senza limitazioni, nella pesca globale del tonno.

Princes sostiene integralmente le richieste di intervento dell’ISSF atte a migliorare la pesca del tonno e rivolte alle pertinenti organizzazioni regionali di gestione della pesca. Princes è sottoposto a revisione annuale per quanto riguarda l’applicazione delle misure di salvaguardia promosse dall’ISSF – il nostro rapporto del 2018 (pubblicato nell’aprile 2019) ha dimostrato, per il terzo anno consecutivo, la piena conformità alle misure di protezione dell’ISSF.

FIP

Siamo membri fondatori del FIP dell’Oceano Indiano e firmatari di un protocollo d’intesa (Memorandum of Understanding, MoU) per il lancio del FIP in Senegal per la pesca del tonno con lenze e canne. Il FIP rappresenta un investimento finanziario significativo da parte di Princes e soddisfa i criteri del WWF per la credibilità del programma, compreso il coinvolgimento di tutte le principali parti interessate (pescherecci, società di trasformazione, organizzazioni non governative e agenzie governative), un limite temporale di cinque anni e l’adozione di pareri scientifici per gestire meglio la pesca in base ai tre principi del CSM.

Le priorità del FIP per la pesca del tonno dell’Oceano Indiano includono:

• Il recupero dello stock di tonno a pinna gialla e l’adozione di norme di controllo sulle catture per tutte le principali specie di tonno.

• Il Miglioramento della gestione della pesca con FAD.

• Collaborazione con i governi per migliorare la gestione della pesca.